Roma, Italia, 2016

“Off the cuff”: a braccio, estemporaneo. L’intento era realizzare qualcosa di veloce, a budget ridotto, con accettabili variazioni e imprecisioni. Abbiamo definito poche linee guida relative alle principali modalità costruttive, poi i partecipanti hanno deciso forma e dettagli da soli, durante la stessa fase costruttiva. Un’installazione realizzata attraverso la sovrapposizione di listelli in legno di recupero. È una struttura irregolare che definisce spazi in cui la dimensione di intimità e quella di collettività si compenetrano e interagiscono. Articolata in aggetti, rientranze e aperture, è attrezzabile in diversi modi, secondo esigenze e fantasia.

Auto-costruzione collettiva e progettazione partecipata significano prendersi cura degli spazi, sperimentare e acquisire nuove competenze. Si tratta non solo di una installazione di architettura ma di un esperimento di team building per nuove forme collaborative.